L’intervista del mese: Antonella Sonnessa @Creativityinmybreakfast

L’intervista del mese: Antonella Sonnessa @Creativityinmybreakfast

Antonella, per gli amici Holly. 27 anni, nata in Basilicata, in un paesino in provincia di Potenza. Da circa quattro anni, prima per motivi universitari e poi lavorativi, vive al nord. Si sente a suo agio in città, ma non rinuncia al pane casereccio, le mozzarelle e tutto il buon cibo della sua terra!

Ma chi è Antonella? E perché il suo profilo per noi è così speciale?

Sono una creativa, quella che camminando per strada non si limita a guardare le insegne, ma le analizza nel dettaglio; quella che trae ispirazione dalla cosa più insignificante e che del cibo ha fatto una serie illustrata intitolata “Fifty Shades of FOOD“.

Nella vita sono una Digital Graphic Designer che lavora a Milano in un’agenzia creativa che si chiama Mutado, da qualche anno acquisita dal gruppo De Agostini Publishing.

Amo tutto ciò che di colorato e creativo ruoti attorno a me e al mattino mi nutro di gocciole e di immaginazione. A proposito di mattino e del tema principale di questo fantastico blog, la colazione per me non è solo il primo pasto della giornata, ma un vero e proprio momento di riflessione e di pace interiore. Questo ovviamente prima di Instagram, perché il dopo, come potrete immaginare, è diventato quel momento in cui il tuo iPhone viene prima di qualsiasi cosa e il cibarsi diventa assolutamente relativo se prima non si è immortalato caffellatte, biscotti e quant’altro sia presente sul tavolo.

Con Instagram mi si è aperto un nuovo mondo, trovo che sia il posto migliore per cercare ispirazione ed è proprio quella che serve nel mio lavoro. È proprio dal concetto di ispirazione che è nata la mia pagina @creativityinmybreakfast, pagina dedicata alle colazioni più creative.

 

Com’è nato il progetto “creativityinmybreakfast”?

Sul mio profilo personale @antonellasonnessa amo condividere pezzi della mia vita, cercando di trasmettere il più possibile la mia creatività e la mia passione per la fotografia. Una mattina, per caso, in un piatto bianco mi ritrovai a disporre delle Gocciole Pavesi in modo tale da comporre degli ipotetici palloncini a forma di cuore. A quelle gocciole poi aggiunsi altri elementi che avevo in casa, ma dopo aver scattato, mi resi conto che mancava ancora qualcosa. Presi quindi il mio pennino e con l’app Bamboo Paper disegnai delle nuvolette, dei cuoricini e due sagome, dando vita ad una composizione d’amore.

intervista3

Ero molto soddisfatta del risultato. Dopo qualche giorno la mia foto venne anche repostata dalla pagina ufficiale delle Gocciole Pavesi e chi l’avrebbe mai detto che da lì a pochi mesi sarei finita a lavorare proprio nell’agenzia che gestiva la stessa pagina. Mi affascinano molto questo tipo di composizioni che uniscono il food con il disegno, le trovo molto originali e ogni giorno noto con piacere che Instagram è pieno di talenti con gallerie del genere.

Creativityinmybreakfast è nato nell’esatto istante in cui riguardando alcune foto sul mio profilo personale, tra cui quella di cui ho parlato prima, mi sono detta: “Come mai allora se tutti noi a colazione realizziamo composizioni così creative, non esiste ancora un hashtag che le racchiuda e una pagina dedicata?” Neanche a dirlo, che dopo cinque minuti ero già sulla schermata di registrazione di Instagram a digitare nome e password della mia nuova pagina. Creativityinmybreakfast come suggerisce il nome stesso, è creatività ritrovata nel momento più importante della giornata, quello della colazione.

La pagina esiste già da qualche mese e sin da subito ho notato con piacere che alla gente piace, che è diventata una vera e propria sfida a colpi di colazioni creative. Sono tanti gli Igers che utilizzano l’hashtag #creativityinmybreakfast, taggando anche direttamente la mia pagina nelle loro foto.

intervista4

Sostanzialmente si tratta di una pagina di repost, ma il difficile sta proprio nel ricercare davvero le colazioni più creative, quelle che ti fanno dire “WOW, avrei voluto tanto scattarla io!”. All’inizio ho cominciato repostando le colazioni di quei 3-4 profili che seguivo già da tempo, ma giorno dopo giorno riesco a scovare profili veramente fighi e creativi. Alcuni mi appaiono direttamente nel feed del “cerca”, altri tramite i “suggeriti”. Il mio obiettivo è far sì che la mia pagina sia di ispirazione per tutti, un punto di riferimento per chi fa il mio stesso lavoro ed è alla costante ricerca di nuovi stimoli.

intervista5

 

Sei una da colazione a casa o al bar?

In un mondo ideale sarei tutti i giorni a fare colazione al bar, non tanto per il sapore delle brioches e del cappuccino, quanto più per i tavoli e gli #onthetable instagrammabili. Tornando al mondo reale, però, faccio colazione a casa, così come ho sempre fatto sin da bambina, con mia mamma che dolcemente veniva a svegliarmi sussurrandomi che la colazione era pronta. Amo svegliarmi con calma e prepararmi una colazione semplice, perdermi nei miei pensieri, mangiando lentamente la mia zuppa di biscotti e caffellatte. Sono quel tipo di persona che piuttosto si alza quindici minuti prima, ma la colazione deve farla senza fretta perché è in quel momento che prende coscienza di ciò che la circonda.

 

Il posto più strano dove hai fatto colazione?

A Torino, in macchina, in super ritardassimo, in coda al semaforo con una brioches per due. E voi direte: “Beh, e cosa c’è di tanto strano?”  Fidatevi che per una come me, che ama fare colazione in tranquillità e instagrammare anche le briciole, è sicuramente il posto più strano e inaspettato.

 

A colazione: dolce o salato?

A colazione assolutamente dolce, soprattutto se è prestissimo. Come ho detto anche prima, sono una fan sfegatata delle Gocciole Pavesi e il mio profilo Instagram sicuramente non mente. Trovo che siano le migliori alleate dell’inzuppo e in casa ho sempre un pacco di scorta da tirar fuori all’occorrenza. Ammetto, però, che di tanto in tanto mi lascio tentare da delle buonissime focaccine alle olive o ai pomodorini che vende il fornaio sotto casa.

intervista6
Cosa vuoi fare da grande?

Da grande vorrei fare la Creative Director in qualche agenzia fighissima oltre oceano, girare il mondo e non perdere mai l’entusiasmo e la passione per tutto ciò che faccio.Sin da bambina sono sempre stata molto determinata, non mi arrendo finché non raggiungo i miei obiettivi. OggiAggiungi un appuntamento per oggi, all’alba dei miei 27 anni appena compiuti, posso dire di essere molto orgogliosa di ciò che sono riuscita a costruire in questi anni grazie alla mia testardaggine e al mio non darmi mai per vinta. Nonostante questo, però, non voglio accontentarmi e quindi farò il possibile per realizzare tutti i miei sogni.

 

E a noi non rimane che augurarle un grosso in bocca al lupo e continuare a seguirla!

 

Contatti

Sito web: www.antonellasonnessa.it

Email: antonella.sonnessa@gmail.com

 

Social

Instagram: www.instagram.com/antonellasonnessa

Behance: www.behance.net/antonellasonnessa  

LinkedIn: www.linkedin.com/in/antonellasonnessa  

Facebook: www.facebook.com/antonellaholly.sonnessa

Please follow and like us:


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *